Mad Max: Fury Road di George Miller (2015) ita

film completo da cineblog01 o da streaming Nowvideo

Mad Max: Fury Road è un film del 2015 diretto, cosceneggiato e coprodotto da George Miller, ambientato in un futuro distopico post apocalittico. I protagonisti sono Tom Hardy, che interpreta Max Rockatansky, e Charlize Theron, che veste i panni di Furiosa.

Come affermato dallo stesso Miller, la pellicola è una rivisitazione, a trent’anni dall’ultimo film, della trilogia cinematografica da lui diretta iniziata con Interceptor (Mad Max) nel 1979 e arrestatasi con Mad Max – Oltre la sfera del tuono del 1985, interpretata da Mel Gibson.

In un disastroso futuro, dovuto a una serie di catastrofi su scala globale che hanno causato il crollo della civiltà umana, vive Max, un solitario ex poliziotto ossessionato dalla perdita della famiglia avvenuta durante i primi giorni del collasso globale. Max viene catturato dai Figli di Guerra, un’armata di guerrieri dalla pelle tinta di color bianco comandati dal tirannico “Immortan Joe”, che domina nella Cittadella, la comunità che sorge all’estremità della desertica Fury Road, sottomettendo il popolo tramite il possesso delle riserve di acqua.

Etichettato come “donatore universale di sangue”, Max è sottoposto a un salasso per trasfondere il proprio sangue con il Figlio di Guerra Nux, che si trovava in stato semiconvalescente. Nel frattempo l’Imperatrice Furiosa, una figlia di guerra che ha scalato i ranghi dell’armata di Immortan Joe, guida un’autocisterna corazzata (la blindocisterna) per andare a recuperare il carburante da Gas Town. Nel tragitto esce dalla Fury Road poiché ha pianificato la fuga assieme alle cinque mogli, donne sane e fertili destinate ad accoppiarsi con Immortan Joe per dare alla luce una nuova stirpe di figli. Furiosa intende scappare e impedire al tiranno di sfruttare le giovani donne per i suoi scopi. Joe, accortosi della loro fuga, conduce i Figli di Guerra, incluso Max ancora sottoposto a salasso, a fermare Furiosa e recuperare le mogli. L’inseguimento viene interrotto dall’attacco della banda rivale dei predoni Porcospini e in seguito da una violenta tempesta di sabbia con fenomeni elettromagnetici.

Esauritasi la tempesta, Max e Nux si ritrovano presso l’autocisterna di Furiosa e delle cinque mogli. Dopo iniziali dissidi e diffidenze, Max decide di unirsi a loro per sopravvivere, mentre Nux ritorna da Immortan Joe, il quale richiama le bande del Mangiauomini di Gas Town e quella del Fattore di Bullet Farm per inseguire il gruppo di Max e Furiosa. Nel frattempo questi raggiungono il canyon controllato da un’altra banda di motociclisti con la quale Furiosa aveva precedentemente stretto un accordo al fine di bloccare il passaggio con una frana in cambio del carburante trasportato con la blindocisterna. Tuttavia, siccome le forze di Immortan Joe sono ben maggiori di quelle preventivate e accorgendosi che Furiosa non è sola come invece avevano concordato, i motociclisti attaccano Furiosa e l’autocisterna, costringendoli alla fuga. I motociclisti fanno esplodere il passaggio del canyon durante l’inseguimento della blindocisterna condotta da Max. Max e gli altri sconfiggono i motociclisti mentre Immortan Joe e Nux riescono a oltrepassare il blocco e proseguono l’inseguimento. Mentre Nux riesce a salire a bordo, Angharad, una moglie che è incinta e prossima al parto, cerca di difendere Furiosa dagli attacchi di Joe, ma finisce per cadere dal mezzo e viene investita dalla macchina di Joe. Joe così perde sia la compagna prediletta che il figlio sano che portava in grembo.

Furiosa spiega a Max che ha intenzione di condurre le mogli alle Terre verdi, il luogo fertile e vitale in cui lei viveva da bambina prima di essere rapita. Nux svela la sua presenza a bordo e si mostra pentito di quello che ha fatto, sentendosi responsabile della morte di Angharad e del fratellino, venendo così accettato dal gruppo. Sul far della sera i fuggiaschi e gli inseguitori giungono su un tratto del deserto dal terreno fangoso dove l’autocisterna fatica ad avanzare fino a rimanere bloccata. Si rivela essenziale l’aiuto di Nux per proseguire, sciogliendo così ogni diffidenza residua. Max va a confrontarsi con il Fattore che li tallona da vicino, forte del mezzo cingolato capace di muoversi sul fango. Max ne esce vittorioso e porta al gruppo capeggiato da Furiosa le armi e le munizioni prese al Fattore.

Il mattino seguente il gruppo di Max e Furiosa giunge in un punto in cui trova in cima a un vecchio traliccio dell’alta tensione una donna nuda che implora aiuto. Max la interpreta correttamente come l’esca di una trappola, ma Furiosa si avvicina lo stesso e le dice il proprio nome e il clan dal quale proviene. La donna, “Valchiria”, che fa parte del clan delle molte madri, riconosce Furiosa, in quanto sua madre era parte del loro gruppo prima di venire rapita da Immortan Joe. Furiosa scopre che la meta della sua fuga, le Terre verdi, sono già state superate nel corso del tragitto e che sono ormai divenute inabitabili. La Madre più anziana ha conservato i semi di varie piante. Il gruppo e le molte madri decidono di unirsi e affrontare la lunga attraversata del deserto di sale con la speranza di trovare un nuovo posto dove vivere. Max decide di andare per la propria strada, ma dopo aver avuto visioni della sua famiglia deceduta, decide di riunirsi al raggruppamento di compagni e li convince a tornare indietro per affrontare Immortan Joe e usare la Cittadella, con la sua acqua e il suo terreno fertile, per creare una nuova Terra verde.

Nella battaglia finale contro Immortan Joe e i Figli di Guerra, Furiosa resta gravemente ferita mentre le molte madri cercano di difendere l’autocisterna dagli attacchi dei Figli di Guerra e Max affronta Rictus, uno dei primogeniti di Joe. Il Mangiauomini viene ucciso quando Max lo usa come scudo umano contro gli spari di Immortan Joe. Toast, una delle mogli, viene catturata e messa nella macchina di Joe, ma lei riesce a distrarlo permettendo a Furiosa di raggiungerli. Furiosa aggancia la maschera di Immortan Joe alla ruota della propria macchina con una catena, così l’apparecchio e la faccia di Joe vengono strappati via, causandogli una morte istantanea. Nux si sacrifica facendo schiantare l’autocisterna all’interno del canyon causando la morte di Rictus e il blocco degli inseguitori. Max e gli altri superstiti del gruppo proseguono a bordo della macchina di Joe. Nel tragitto Max medica le ferite di Furiosa e trasfonde il suo sangue a lei per aiutarla a riprendersi.

All’arrivo alla Cittadella i civili gioiscono nel vedere il cadavere di Immortan Joe, mentre Furiosa, le molte madri rimaste e le mogli vengono issate alla roccaforte appartenuta a Joe dai Figli di Guerra più giovani, mentre anche le altre mogli aprono le condotte e lasciano scorrere l’acqua per dissetare liberamente tutti quanti. Il film si chiude con Furiosa e Max che si scambiano un ultimo sguardo prima che lui si allontani tra la folla.

Questa voce è stata pubblicata in video. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...