leggi la lirica ascolta la musica – Senza titolo /Sun Kil Moon : Moorestown



essere come chiodi nel legno
conficcati alle finestre
essere l’avaro una intenzione da pensare
c’è da accendere il fuoco
rassettare la casa
preparare qualcosa da mangiare

gennaio porta un freddo sincero
per quelli che sono stanchi davvero
lanciare lo sguardo
oltre la strada per vedere
qualcuno passare

gli anni del carnevale
da mascherato
prendevo dall’armadio un costume a caso
cosi neanche io sapevo
quando davanti
allo specchio mi vedevo

prenderò quello che già c’è
da riprendere di ogni immagine di me
persa dispersa nella cenere
seduto al fuoco vedo l’ombra
muoversi piano sulla roccia

se una notte fosse uguale all’altra
se un giorno mi scontrassi nella nebbia
poi alla mattina
tra rondini che volano
le foglie accanto restate
le troverei tutte gelate

tornare sui propri passi
sul luogo dei delitti
che sono stati consumati
vedere in faccia l’assassino

riuscire a posare gli occhi
sul suo vestito vecchio
la foto sulla parete
lo sporco appeso ai vetri

di contro situazioni
mai mi sarei immaginato
di avere a che fare
sorpresa di persone
che mai avrei pensato
di prendere in considerazione

le braccia aperte venute incontro
la vita da inseguire
che abbiamo tentato a volte
e come se niente fosse
adesso a stento ricordiamo

su e giù dalle scale
con il pomo di Adamo in mano
ed Eva in disparte
che aspetta la tramvia
si deve presto trovare
i soldi dell’affitto
arriva il medico condotto

la vecchia nonna da visitare
chissà quanto dura ancora
è tutto un tempo da dubitare
c’e sempre un tempo
che non si sa
da che parte andare

di un niente cambia
la prospettiva
dall’angolo scuro della stanza
si illumina di luce propria
chissà l’uscita verso dove porta

c’era una volta là fuori un mare
che aspettava da mille anni
che qualcosa accadesse
perché esistesse
che qualcuno lo guardasse

aprivo la porta di legno e si entrava
adesso per ogni porta che apro
da ogni finestra non si vede altro
che una cascata senza acqua

con gli occhi chiusi
pensare che davanti
c’è il mare senza fine
che va oltre la rotondità del mondo
uno specchio di acqua piatto
calmo che mi guarda e che guardo

link Youtube – Sun Kil Moon : Moorestown
© lyric by Marino Pancheri, 2015. Tutti i diritti riservati.

Questa voce è stata pubblicata in lirica, musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...