leggi la lirica ascolta la musica – Eco /Aldous Harding : Hunter



nel tempo di un respiro
il corpo si lascia andare
alla stanchezza
venuta su piano
che più non si toglie
che me ne stia andando
si prova a sentirsi vivo
e cosa si può pensare
quando ogni cosa
dalla vista scompare

domani potrebbe
essere uguale a ieri
le ruote ferme del carro
sono tutte le sue consolazioni
ma basta togliere una tela
alzare la vela e poi
via verso i venti pericolosi

cara, caro
che alle acque amare
più non tornate
adesso vi confesso
non vi ho mai ascoltati
tra le nebbie invisibili
mi sono perso
davanti alla porta
della mia casa nascosta

sorpresa del cuore
benedetto sia il giorno
vicino ai più vicini
tra le pieghe del mondo
esiste un posto impossibile
aiuto, aiuto
salvate le anime e i corpi
dal luogo inaccessibile

quella volta da giovani
che siamo stati stanchi
ci ha trovati un motore
che si muoveva
è la nostra fortuna
sempre un motore che si muove
e cerca le nuove direzioni

tutto resta da incontrare
era la nostra intenzione
adesso la corsa va incontro
alle ultime stagioni
il movimento del tempo
si ferma e guarda indietro

link Youtube – Aldous Harding : Hunter
© lyric by Marino Pancheri, 2015. Tutti i diritti riservati.

Questa voce è stata pubblicata in Come capitani coraggiosi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...