Sergej Esenin e Isadora Duncan, Amore alcol e droga, di Augusto Benemeglio

LA PRESENZA DI ÈRATO

1. Il poeta contadino

220px-Sergey_YeseninSergej Esenin , l’autore de “ La confessione di un teppista “ e “ Mosca delle bettole” , avrebbe potuto essere forse uno dei più grandi poeti del nostro tempo se non si fosse impiccato, a meno di trent’anni, nel bagno di una squallida stanza d’albergo di Leningrado , gonfio di vodka e disperazione . Era un gelido e buio pomeriggio invernale del 1925 e la poesia si impoverì di colpo, perdendo uno di quei poeti – contadini che portavano avanti un discorso di autentica cultura popolare, con melodiosi accenti e una poetica che esaltava i valori della tradizione e del costume contadino. Angelo Branduardi musicò una sua poesia,tradotta in italiano e adattata alle note musicali:

Mi piace spettinato camminare /il capo sulle spalle come un lume
e mi diverto a rischiarare /il vostro autunno senza piume.
Mi piace che mi grandini sul viso / la…

View original post 1.407 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...