Orfani fumetto Lingua orig. italiano Paese Italia

Orfani fumetto Lingua orig. italiano Paese Italia
Autori Roberto Recchioni Emiliano Mammucari
Editore Sergio Bonelli Editore
1ª edizione ottobre 2013
Periodicità mensile
Generi fantascienza, militare, avventura

Orfani , rinominata Orfani: Ringo dalla seconda stagione, è una serie a fumetti creata da Roberto Recchioni ed Emiliano Mammucari, pubblicata in Italia dalla Sergio Bonelli Editore in albi mensili a colori, a partire dal 16 ottobre 2013. Di genere fantascientifico, narra di una guerra fra il genere umano e una razza di aggressivi extraterrestri, e dei soldati d’élite chiamati a combatterla: un gruppo di ragazzi duramente addestrati per divenire la letale squadra di combattenti nota come “Orfani”.
Sono previste tre stagioni di 12 albi ciascuna, ma la serie potrebbe continuare oltre il n. 36. Si tratta della prima miniserie a fumetti interamente a colori della casa editrice.
Il 26 settembre 2014 è stata annunciata una serie televisiva, tratta dal fumetto, in formato motion comic con regia di Armando Traverso e co-prodotta da Rai Com, di cui è prevista, a partire da dicembre 2014, la messa in onda di 10 episodi da 30 minuti sul canale televisivo Rai 4. È stato annunciato anche uno sceneggiato radiofonico.

Prima stagione

Un devastante raggio energetico colpisce la Terra, radendo al suolo gran parte dell’Europa e uccidendo all’istante un sesto della popolazione del pianeta. Causa di tanta distruzione sembra essere un attacco premeditato da parte di alieni di un lontano pianeta. Dopo questo evento, una scienziata di nome Jsana Juric e un generale dell’esercito di nome Nakamura radunano un gruppo di bambini sopravvissuti alla catastrofe, sottoponendoli ad un duro addestramento per farne dei letali soldati con l’obiettivo di invadere il pianeta ostile e impedire che l’accaduto possa ripetersi. Durante questi lunghi anni di duro allenamento viene creata una squadra di combattenti speciali chiamata “Orfani”.

La storia è articolata su due linee temporali differenti che si alternano durante la narrazione: così nel “passato” vengono mostrate le fasi dell’addestramento a cui gli “Orfani” sono sottoposti, mentre nel “presente” i personaggi sono catapultati nella guerra tra gli esseri umani e gli alieni che hanno portato l’attacco.

Dopo l’invasione del pianeta alieno l’esercito terrestre riesce con facilità ad avere la meglio sul nemico, distruggendo la potente arma che era stata usata per colpire la Terra. Tuttavia Ringo e l’Eremita, due soldati della squadra, iniziano a sospettare che dietro al conflitto vi siano motivazioni ben più complesse, oltre a quelle che sono state date loro. Infatti il vaccino anti-radiazioni, che viene fornito ai soldati, non è altro che una potente droga allucinogena, inoltre tutti i cadaveri dei soldati morti in battaglia presentano ferite da arma da fuoco e gli alieni invece combattono all’arma bianca.

Gli Orfani scoprono che l’esplosione che ha devastato la Terra è stata provocata da un esperimento scientifico errato. Tuttavia la verità è stata oscurata e la dottoressa Jsana Juric è stata incaricata di ideare un fittizzio conflitto bellico alieno, che permettesse al genere umano di trovare la coesione e l’unità necessarie a superare il terribile periodo di difficoltà. Sebbene comprendano di essere stati manovrati, non tutti i membri della squadra degli Orfani rimangono sdegnati dalle rivelazioni della dottoressa. Attenendosi agli ordini sino all’ultimo, accettano di proseguire la guerra così come gli è stato comandato. Soltanto Ringo e Juno sono profondamente convinti che l’umanità debba essere messa a conoscenza della verità. Per questo motivo si schierano contro i loro ex-compagni di squadra e cercano di tornare sulla Terra per rivelare al mondo la mistificazione che è stata creata per nascondere gli errori di scienziati e ricercatori.

Da questa loro scelta, segue un combattimento fraticida tra i membri della squadra degli Orfani al termine della quale il solo Ringo ne esce vivo. A bordo di una delle astronavi, Ringo precipita a Londra e dà inizio alla rivolta contro il governo straordinario di crisi, di cui la Juric è stata eletta da poco presidentessa.
Ringo si trasferisce a Napoli, dove conosce Barbara con la quale inizia una relazione amorosa e prosegue l’insurrezione armata.

Seconda stagione

Vent’anni dopo i fatti narrati, Ringo si è ormai ritirato a vita privata e la ribellione è stata quasi completamente soffocata dalla Juric e dalla sua terribile guardia personale: i Corvi.
Il Pistolero ritorna a combattere su richiesta di Barbara, perché il loro figlio (di cui Ringo non è mai stato a conoscenza) verrà giustiziato per aver attentato alla vita della Juric. Ringo e Barbara salvano il loro figlio e i suoi compagni, ma la donna muore durante l’operazione.

Ringo è costretto alla fuga con i tre ragazzini al seguito, uno dei quali è suo figlio.

Questa voce è stata pubblicata in laboratorio di arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...