(tratto da Émile Zola) L’angelo del male di Jean Renoir (1938) ita

film completo da cineblog01 streaming Nowvideo

L’angelo del male (La Bête humaine) è un film diretto nel 1938 dal regista Jean Renoir.
Il soggetto è tratto da La bestia umana, romanzo di Émile Zola, diciassettesimo dei venti che formano il ciclo dei Rougon-Macquart, pubblicato in feuilleton nel 1899-90. Lo stesso soggetto è alla base de La bestia umana (Human Desire) di Fritz Lang.
Jacques Lantier è vittima di pulsioni omicide. Si trova bene solo in compagnia del fuochista Pecqueux sulla Lison, la locomotiva a vapore con la quale percorre la linea Paris-Le Havre. Sfortunatamente incontra una giovane donna, Séverine il cui marito Roubaud, vicecapo della stazione di Havre, ha appena assassinato l’amante della moglie, Grandmorin. Séverine diventa l’amante di Lantier e gli suggerisce di eliminare il suo ormai ingombrante marito. Tuttavia durante una crisi psicotica di Lantier è lei stessa a restare uccisa.
«La Bête humaine uscì a Parigi subito dopo il Natale e fu un successo immediato, facendo il tutto esaurito per mesi alla Madeleine. La fama di Renoir era al suo culmine».

Così lo descrive Claude de Givray:
«C’è il film triangolo (La carrozza d’oro), il film-cerchio (Il fiume), La Bête humaine è un film linea retta, cioè una tragedia». Il giudizio è citato da François Truffaut che aggiunge sul modo di lavorare del regista: «Jean Renoir non filma situazioni ma piuttosto – vi chiedo di ripensare a quell’attrazione da fiera che si chiama “palazzo degli specchi” – personaggi che cercano di uscire da questo palazzo e urtano contro gli specchi della realtà. Jean Renoir non filma idee ma uomini e donne che hanno idee e queste idee, per quanto barocche o illusorie possano essere, lui non ci invita né ad adottarle né a scartarle, ma semplicemente a rispettarle».
«Ritmati da una musica patetica, i titoli di testa de La bête humaine si chiudono su una citazione a scorrere di uno dei brani più drammatici del romanzo seguita addirittura da una foto a tutto schermo di Émile Zola».

Citazione di Zola
« In certi momenti lui era perfettamente conscio di quella incrinatura ereditaria[…]In tal modo gli si era formato il convincimento che pagava per gli altri, i padri, gli avi che avevano bevuto, le generazioni di ubriaconi dalle quali aveva ereditato il sangue malato[…]La testa gli rintronava per lo sforzo, non riusciva a darsi una risposta, pensava di essere troppo ignorante, con quel cervello troppo ottenebrato in quell’angoscia d’uomo spinto a compiere atti al di fuori della propria volontà, la cui radice s’era dissolta in lui. »
(Emile Zola,La bestia umana, Fabbri, Milano 1976, traduz. Francesco Francavilla, pp. 63-65)

«Ma arriviamo a uno degli attori più importanti di questa storia: si tratta della ferrovia stessa, e soprattutto di quell’elemento appassionante che si chiama locomotiva. La “Lison”, la macchina di Jacques Lantier, gioca un ruolo di primo piano. […] La si vedrà circolare sulle rotaie, attraversare gallerie, passare i fiumi. Si vedranno le cure assidue di cui Jacques Lantier e Pecqueux la circondano».
«La bête humaine è il dramma di un amore che l’uomo non può controllare, una forza che lo brucia, lo travolge, lo condanna a morte. Per Zola come per Renoir questa forza è rappresentata dalla locomotiva, la Lison. Jacques Lantier ama la sua locomotiva come una donna». (Jean Collet, Télérama, 1968)
«La bocca di fuoco della locomotiva apre il film e ritorna al centro della scena in cui Lantier fa visitare a Séverine la sua locomotiva in piena notte. Tutto è riunito nel segno della forza di questo cratere addormentato». (Charles Tesson, Cahiers du Cinéma, n.482)

Questa voce è stata pubblicata in video. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...