I segreti di Twin Peaks – Il sogno dell’agente Dale Cooper



Durante le sue indagini Cooper fa un sogno inquietante, nel quale gli appare un uomo senza un braccio chiamato Mike, che recita questi oscuri versi:
« Nell’oscurità di un futuro passato / Il mago desidera vedere / Non esiste che un’opportunità tra questo mondo e l’altro / Fuoco cammina con me / Noi viviamo tra la gente, tu lo chiameresti un negozio conveniente / Noi ci viviamo sopra, proprio così com’è, come lo vedi tu »
Mike parla a Cooper di un altro uomo chiamato Bob, e di come un tempo i 2 uccidessero insieme. Bob ha l’aspetto di un uomo con lunghi capelli grigi, con indosso una tuta, che rivolgendosi a Cooper dice “Tornerò ad uccidere ancora”. Il sogno continua e Cooper si ritrova invecchiato di 25 anni, seduto in una misteriosa stanza avvolta da tendaggi rossi. Qui egli incontra un nano, che dà indizi a Cooper sotto forma di frasi sconnesse, per poi mettersi a ballare al ritmo di un pezzo jazz. Nella stanza compare inoltre lo spirito di Laura Palmer, che, avvicinatosi a Cooper, lo bacia sulle labbra, sussurrandogli poi all’orecchio il nome del suo assassino.
Nome che, però, Cooper dimentica al risveglio…

Questa voce è stata pubblicata in il mondo invisibile. Contrassegna il permalink.

Una risposta a I segreti di Twin Peaks – Il sogno dell’agente Dale Cooper

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...