PREVIEW – Synecdoche, New York di Charlie Kaufman (2008)




Il film è stato presentato in concorso al 61º Festival di Cannes. Nonostante BIM ne abbia comprato i diritti di sfruttamento per l’Italia, il film risulta tuttora inedito. Tuttavia, è stato recentemente annunciato dalla stessa BiM Distribuzione sulla sua pagina Facebook che il film sarà distribuito nel corso del 2014.

Il titolo è un gioco di parole fra Schenectady, New York, in cui è ambientata la vicenda, e la sineddoche.

traduzione automatica con Google traduttore

di Peter Bradshaw da he Guardian di Giovedi 14 mag 2009
Assolutamente inconfondibile … Synecdoche, New York

Per il suo debutto alla regia, lo sceneggiatore Charlie Kaufman ha superato se stesso, nel bene e nel male, con la più strana, triste film immaginabile, un’opera soffusa di zelo quasi evangelica nel servizio di disillusione. E ‘un film di Mad grandezza beckettiana circa le terribili verità gemelle di esistenza: la vita è deludente e la morte ineluttabile. E fornisce una terza visione: l’arte è parte della vita e quindi destinato al fallimento nello stesso modo.

Il film è sia un capolavoro o un atto massicciamente disfunzionale di auto-indulgenza e auto-lacerazione. Ha brillantezza, in entrambi i casi: surreale, assolutamente distintivo, spiritoso, cupo in modo che i suoi fan potranno riconoscere e adorare, ma con una nuova fiducia epica, assorbendo le influenze di Fellini e Lynch. Come con i suoi film precedenti, adattamento e The Eternal Sunshine of Spotless Mind ho avuto la sgradevole sensazione che una sola idea veniva estruso ad una lunghezza eccessiva, ma folle intensità emotiva di questo film e l’ambizione davvero a pugni le mie luci su una seconda visione . E quella sequenza finale prolungato è straordinario, in cui l’eroe morente è incaricato cosa pensare e fare, tramite una voce attraverso un auricolare, mentre inciampa attraverso lo stadio-set naufragio della sua esistenza auto-creato.

Le prime commedie e racconti di Woody Allen sono una fonte perenne di ispirazione per Kaufman, e lui potrebbero aver trovato particolare impulso da una scena alla fine di Annie Hall in cui Allen orologi con ansia due attori che giocano su una scena autobiografica che ha scritto: lui è ansioso, insoddisfatto. La scena è una delusione: non inchiodare la sua esperienza, ma come la vita stessa è deludente, forse questo fallimento ha un’integrità ironico.

Kaufman propone un mundi Theatrum di suo. Philip Seymour Hoffman interpreta Caden Cotard, regista teatrale miserabile e ipocondriaco che vivono a Schenectady, New York, un toponimo che muta capricciosamente nel titolo, anche se da nessuna parte nello script, a quell’oscuro periodo critico-letteraria “sineddoche”, che significa un immagine in cui la parte sta per il tutto – per esempio, “capi di bestiame”, cioè mucca, o “corona”, che significa re. Il significato di questo emerge tardi.

Caden è infelicemente sposato con Adele, interpretata da Catherine Keener, un artista che vuole chiaramente dal rapporto, e Caden è profondamente insoddisfatto della saminess middlebrow del lavoro che sta facendo: una ripresa troppo cauto della morte di Arthur Miller di un commesso viaggiatore. Egli è anche terrorizzato dalla possibilità di avventure sessuali con donne che sono molto disponibili: Nocciola, che lavora al box office, interpretata da Samantha Morton, e il suo imberbi, sexy protagonista Claire, interpretata da Michelle Williams.

Eppure, proprio quando le cose sono al loro più scuro, Caden riceve inverosimilmente una lettera per dire che ha vinto un “genio” concessione per creare una sfida, potente, e soprattutto opere d’arte veritiere. Entusiasta per questa opportunità di trascendere la menzogna e la mediocrità del settore cultura, Caden ha un nuovo piano selvaggio. Egli acquisterà una città-block fatiscente, la costruzione di edifici residenziali e riempirli con attori che improvvisare intere create “vita” della realtà inflessibile e dolore su una base di 24/7. Anni e anni passano, mentre la sua azienda provare e improvvisare senza pubblico. Caden assume attori per interpretare se stesso e le sue amanti. Head-spinningly, il divario tra finzione e realtà crolli teatrali.

Naturalmente, l’azione del film non può essere preso alla lettera: nessun “genio concessione fondazione” avrebbe avuto abbastanza soldi per sostenere un tale regime folle. Eppure, né è vero dovrebbe essere una fantasia: questo non è solo quello Caden è immaginare che potrebbe fare. E ‘Kaufman-la realtà, irrealtà, irrealtà, e il film non avrà lo stesso impatto se non siete disposti a concederle una sorta di status di “realtà”. Essa confina con la realtà – e questo, credo, è dove “sineddoche” entra, la parte per il tutto. Enorme, pazzo, mondo cartone di Caden rappresenta il mondo reale, è parte di esso, si sovrappone ad esso, e si scioglie infine in esso.

Il film double-prende e allucinazioni proprietario, in modi che sono accattivanti, esasperante. La procedura è, in un certo senso, recessiva: scomparendo giù, giù, giù in un buco di Alice-coniglio di una realtà futura modificato. La narrazione leapfrogs avanti in improvvisi balzi fast-forward. Figlio di Caden è di quattro – no, aspetta, lei è 11, vive a Berlino con la madre e amante dissoluta – no, aspetta, lei è nel suo 30s, tatuato, incasinato, lavorando in alcuni pornbooth. Prima di conoscerla, lei è sul letto di morte, rabbia accusando un Caden decrepito di abuso.

La fabbricazione teatrale folle di tutto questo non diminuisce il suo impatto. Al contrario, esso dà una intensità iperreale. Il tempo stesso jump-tagli e rende Caden improvvisamente di età superiore a scatti, fino a quando, attraverso un bizzarro, la propria identità come il “regista” della sua vita viene rilevata da qualcuno più competente, e la sua individualità è annullata.

Alla fine di tutto, vi sentirete come se aveste vissuto una tragedia pazzesca, nuotato un Ellesponto clorurato di lacrime. Non è per tutti, ma è assolutamente straordinario a suo modo. Se Charlie Kaufman non fa mai nulla di nuovo, questo resterà come il suo monumento incrinato.

Questa voce è stata pubblicata in video. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...