così lontano così vicino

Macbeth (Polanski 1971) — Witches Opening
Geordie – Joan Baez

Geordie è un’antica ballata britannica nata intorno al XVI secolo, numero 209 delle Child Ballads, ed esiste in molte varianti. In Italia è maggiormente conosciuta la versione cantata da Fabrizio De André.
Il protagonista della canzone, di nome Geordie, è un giovane che è colpevole di un crimine e pertanto sarebbe condannato all’impiccagione; il crimine può essere una ribellione, un omicidio, un furto di animali come cavalli o cervi, a seconda della versione. La moglie (o fidanzata) implora per la vita di Geordie; spesso la ragazza ha già dei figli, dei quali uno ancora in grembo. In molte versioni c’è un lieto fine: è fissata una cauzione che lei, grazie all’aiuto dei popolani impietositi, riesce a pagare.
Nelle versioni inglesi dal XVIII secolo in poi, dalle quali le lezioni moderne sono derivate, Geordie è un bracconiere ed il lieto fine è eliminato. Il bracconaggio nell’Inghilterra del periodo era punito in modo estremamente duro, in particolare nelle tenute e nelle riserve reali. Al giovane Geordie, evidentemente per le sue origini aristocratiche, viene riservato il “privilegio” di essere impiccato con una corda (o una catena) d’oro. La giovane fidanzata cavalca fino a Londra per chiedere di risparmiare la vita dell’amato, ma invano.
La vicenda di Geordie sembra avere un fondamento storico: si tratta, secondo un’ipotesi, della storia di George Gordon, conte di Huntly, che fu condannato a morte come traditore nel 1589 per essersi ribellato contro Giacomo VI, re di Scozia. Per intercessione della famiglia fu liberato previa consegna di un riscatto; è probabile che Giacomo VI attraverso tale concessione abbia voluto evitare lo scontro con la famiglia di George, da sempre potente alleata della Corona.

As I walked out over London bridge
one misty morning early
I overheard a fair pretty maid
was lamenting for her Geordie
Ah my Geordie will be hanged in a golden chain
This is not the chain of many
he was born of king’s royal breed
and lost to a virtuous lady
Go bridle me my milk white steed,
go bridle me my pony,
I will ride to London’s court
to plead for the life of Geordie
Ah my Geordie never stole nor cow nor calf
he never hurted any
Stole sixteen of the king’s royal deer,
and he sold them in Bohenny.
Two pretty babies have I born
the third lies in my body
I’d freely part with them every one
if you’d spare the life of Geordie
The judge looked over his left shoulder,
And said fair maid “I’m sorry for thee,
My pretty fair maid, you have come too late,
for he’s condemned already”.
Ah my Geordie will be hanged in a golden chain
This is not the chain of many
Stole sixteen of the king’s royal deer,
and he sold them in Bohenny.

Mentre attraversavo London Bridge
un giorno senza sole
vidi una donna pianger d’amore
piangeva per il suo Geordie

Impiccheranno Geordie con una corda d’oro
è un privilegio raro
rubò sei cervi nel parco del Re
vendendoli per denaro

Sellate il suo cavallo dalla bianca criniera
sellatele il suo pony
cavalcherà fino a Londra stasera
ad implorare per Geordie

Geordie non rubò mai neppure per me
un frutto o un fiore raro
rubò sei cervi nel parco del Re
vendendoli per denaro

Salvate le sue labbra, salvate il suo sorriso
non ha vent’anni ancora
cadrà l’inverno anche sopra il suo viso
potrete impiccarlo allora

Nè il cuore degli inglesi nè lo scettro del Re
Geordie potran salvare
anche se piangeranno con te
la legge non può cambiare

Così lo impiccheranno con una corda d’oro
è un privilegio raro
rubò sei cervi nel parco del Re
vendendoli per denaro

Questa voce è stata pubblicata in musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a così lontano così vicino

  1. ludmillarte ha detto:

    ciao! non ci crederai, ma ho nelle mie bozze “Geordie” di De Andrè con mie osservazioni proprio basate sul finale tragico, non sapevo esistesse anche una versione col lieto fine.
    grazie, buona serata

    "Mi piace"

  2. Pandora ha detto:

    Canzone bellissima che conosco a memoria e che uso cantare, da una vita, quando sono sola con me stessa

    "Mi piace"

  3. glencoe ha detto:

    si ringazia per la visita e per le parole, solo aria fresca che arriva dalla porta aperta

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...