(Konzentrationslager ovvero Campo di concentramento) Martyrs di Pascal Laugier (2008) ita

ATTENZIONE!!! si avvisa che il film proposto ha un FORTISSIMO contenuto esplicito di VIOLENZA

film completo
film completo altro link
Campo di concentramento

Per campo di concentramento (o campo di internamento) si intende una struttura carceraria all’aperto, per la detenzione di civili e/o militari. È solitamente provvisoria, adatta a detenere grandi quantità di persone, solitamente prigionieri di guerra, destinati ad essere scambiati o rilasciati alla fine del conflitto.
Un campo di concentramento è formato da file di baracche o container disposte ordinatamente, contenenti i dormitori, i refettori, gli uffici e le altre strutture necessarie, e circondate da reticolati di filo spinato o altri tipi di barriere. Il perimetro del campo è sorvegliato da ronde di guardie armate.
I metodi e le finalità di sistematica eliminazione dei prigionieri, attuati in queste strutture nel XIX secolo nella guerra di secessione americana da ambedue le parti in conflitto, e nel XX secolo, soprattutto da parte degli inglesi nella guerra boera, nella Germania Nazista e nell’Unione Sovietica negli anni intorno alla seconda guerra mondiale, ha fatto sì che nel linguaggio comune campo di concentramento sia spesso assimilato a campo di sterminio, che ne è invece un sottotipo anomalo.
Il trattamento di prigionieri civili e militari nei campi di internamento in tempo di guerra è regolato dalla III e IV Convenzione di Ginevra del 12 agosto 1949.
I campi d’internamento sono tuttora usati da unità politiche in guerra, regimi illiberali o come soluzione estrema nella regolazione dei flussi migratori verso alcuni paesi.

Martyrs
Martyrs è un film del 2008, scritto e diretto da Pascal Laugier. insieme ad Alta tensione, Frontiers – Ai confini dell’inferno e À l’intérieur ha riportato in auge l’horror francese.
È stato presentato in anteprima al 61º Festival di Cannes, mentre in Italia è stato proiettato al Festival Internazionale del Film di Roma.

Una bambina, scomparsa da un anno, viene ritrovata mentre corre seminuda, ferita e sconvolta lungo una strada. Portata in ospedale, la bambina, che si chiama Lucie, non ricorda nulla di quello che le è successo. Un’altra bambina, Anna, amica di Lucie, viene interrogata dai medici, che le chiedono se Lucie le ha mai raccontato qualcosa circa quello che ha vissuto prima di essere stata ritrovata,ma Lucie non ricorda niente. Intanto Lucie è tormentata dalle visioni di una mostruosa creatura, che la costringe ad autolesionarsi.

Quindici anni dopo, Lucie irrompe in una casa e uccide a colpi di fucile una famiglia che sta facendo colazione, quindi chiama Anna e le dice che finalmente ha ritrovato le persone che la torturarono per due anni. Anna si reca nell’appartamento e tenta di occultare i cadaveri, ma scopre che una donna è ancora viva e tenta di farla fuggire. Lucie se ne accorge e uccide la donna a martellate. In questo momento parte un flashback a 15 anni prima, che mostra il momento nel quale Lucie è scappata dalla casa dove veniva tenuta: in quel momento ebbe l’occasione di salvare un’altra bambina, ma non lo fece, per non rischiare di essere scoperta e uccisa. La bambina che non è riuscita a salvare è morta e la creatura che tormenta Lucie è il suo fantasma, che si vuole vendicare. Dopo questo flashback si torna a vedere Lucie, ancora una volta assalita dal fantasma. Inizia a procurarsi delle ferite, tagliandosi le vene delle braccia con un coltello. Esasperata, alla fine Lucie si uccide, tagliandosi la gola, sotto gli occhi di Anna.

Mentre parla al telefono con sua madre, Anna scopre un passaggio segreto che conduce ai sotterranei della casa e trova una ragazza nuda e incatenata, con una sorta di maschera di ferro sulla faccia. Anna tenta di aiutare la ragazza e le toglie la maschera dal volto. Una volta lasciata sola, la ragazza tenta di uccidersi, quindi viene abbattuta a colpi di fucile da una donna, che ha fatto irruzione nella casa insieme a un gruppo di uomini. Anna viene ammanettata a una sedia e si trova davanti un’anziana signora, che le mostra alcune fotografie raffiguranti uomini e donne torturate, agonizzanti e mutilate, ma ancora vive. La signora spiega ad Anna che il suo obiettivo è torturare persone, in particolare giovani donne, per scoprire cosa c’è dopo la morte. La signora infatti è convinta che le persone si suddividono in “vittime” e in “martiri”. Le prime reagiscono alla sofferenza nutrendo essa in maniera metodica e fredda. Dopo un certo tempo però il loro cervello fa avere loro allucinazioni e deliri, ai quali reagiscono con isteria. I rari martiri invece riescono a sopravvivere all’estrema sofferenza e alla privazione di tutto abbandonandosi, “accettando” le torture, fino a restare in uno stato intermedio tra la vita e l’aldilà, comunicando con entrambe le dimensioni (trasfigurazione). La signora pensa che in questo stato un martire riesce a dare ai vivi testimonianze certe dell’aldilà. Anna viene quindi incatenata a una sedia all’interno di una stanza buia e lentamente torturata, fisicamente e psicologicamente, fino ad essere completamente scuoiata con delle forbici (le viene lasciata solo la pelle del viso). Tuttavia, Anna è ancora viva e la signora viene convocata per ottenere la risposta a quello che cerca.

Questa voce è stata pubblicata in video. Contrassegna il permalink.

Una risposta a (Konzentrationslager ovvero Campo di concentramento) Martyrs di Pascal Laugier (2008) ita

  1. Pingback: [visione faticosa di eventi poco tollerabili] ogni regime è padrone del corpo dei propri schiavi (voto 7) Taxidermia di György Pálfi (2006) | l'eta' della innocenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...