(didattica della iniziazione) la spada nella roccia di Wolfgang Reitherman (1963)

film completo in italiano
per vedere clicca su una delle due x rosse poi chiudi la nuova finestra

La spada nella roccia (The Sword in the Stone) è un film d’animazione del 1963 diretto da Wolfgang Reitherman. Costituisce un adattamento dell’omonimo romanzo di T. H. White (primo episodio della tetralogia Re in eterno). Distribuito da Buena Vista, il film uscì nelle sale negli Stati Uniti il giorno di Natale del 1963. È considerato il 18° classico Disney secondo il canone ufficiale.

Il re d’Inghilterra, privo di eredi, muore lasciando il trono vacante. Da allora si disse che solo un prodigio avrebbe potuto salvare il regno da guerre e razzie, e questi poteva essere solo colui che fosse riuscito ad estrarre una prodigiosa spada da un’incudine in una roccia, divenendo re. Passarono molti anni, ma nessuno riuscì ad estrarre o a smuovere la spada che, col passare del tempo, fu dimenticata.

Anni dopo entra in scena Artù, un magrissimo ragazzino dodicenne che vive come sguattero nel castello di Sir Ettore, che tutti chiamano Semola per i suoi capelli biondi. Durante una giornata di caccia con Caio, figlio di Ettore, Semola tenta di riprendere una freccia perduta da Caio ed accidentalmente cade nella casa di mago Merlino, che vive insieme al suo gufo Anacleto. Merlino, che aveva predetto l’arrivo di Semola, decide così di essere il suo precettore, sotto il consenso di Sir Ettore, trasferendosi nel suo castello e insegnando al ragazzo con sistemi particolari che includono l’essere trasformato in pesce, in scoiattolo e in uccello. Tutto ciò lo porta ad un losco incontro con Maga Magò, una strega cattiva che verrà alla fine sconfitta da Merlino durante un duello di magia. Nel frattempo nel palazzo di Sir Ettore è giunta la grande notizia da parte di Sir Pilade di uno speciale torneo che si svolgerà a Londra per Capodanno in cui il vincitore sarà proclamato re di tutta l’Inghilterra. Nonostante gli sforzi di Merlino volti ad elevarne la cultura e la condizione sociale, Semola accetta con entusiasmo di essere lo scudiero di Caio. Merlino si infuria e parte per l’Honolulu del XX Secolo, lasciando solo il ragazzo.

Iniziato il torneo Semola si accorge di aver dimenticato la spada che sarebbe servita a Caio per la giostra e, vagabondando per la città cercando come rimediare al suo errore, si imbatte nella famosa spada nella roccia e, estratta con semplicità, la porta da Caio. Resisi conto di che spada si trattasse, tutti gli astanti rimangono sbalorditi ed increduli dall’innocenza con cui Semola afferma di averla semplicemente trovata ed estratta da dove si trovava, al punto da sospendere il torneo per mettere alla prova le affermazioni del ragazzo. Una volta aver dimostrato a tutti le proprie parole, il popolo si inchina al cospetto di re Artù. Il film finisce con Merlino che, ritornato da Honolulu, riconosce in Semola il leggendario Re.

Questa voce è stata pubblicata in il mondo invisibile. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...