Reality

a prescindere

Meriggio in blues

Uno va in vacanza e poi trova la realtà. Qua la gente si ammazza. E non è perché siccome non c’è l’omofobia a pretesto questi sono meno morti degli altri. Si ammazzano perché sono padri di famiglia e sono senza futuro. E potrebbero perfino fare a meno di Berlusconi. C’è tutto un elenco qui, da paese a paese, da farci il neorealismo del dopo. Altro che Enrico Letta con l’elmetto. La realtà, insomma, è una cosa. E la politica, poi, è un’altra. E’ una sorta di antimateria dove alcuni soggetti – i politici – si adoperano per se stessi a prescindere dalla realtà. Se, per esempio, non c’è famiglia italiana, pure di ceto medio-alto che non abbia un disoccupato, se chiude un’azienda ogni due ore, la politica elude il fatto – e i fatti – anteponendo la propria sopravvivenza fatta di dibattiti, dichiarazioni, ultimatum e crisi di governo. Chiunque abbia…

View original post 79 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in polis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...