(l’elevazione dello spirito in) l’ascesa di Larisa Shepitko (1977)

si tratta di trovare le parole e poi metterle insieme, in questo caso sono: dignità, elevazione, quiete.

qui il film completo .

Larisa Shepitko, moglie di Elem Klimov, mi è sempre sembrata una gran donna anche prima di guardare per la prima volta una sua opera, navigando su internet si possono trovare le sue foto, ci sono vari ritratti, il suo sguardo ferreo e pacato al tempo stesso mi ha subito affascinato, anche su youtube si possono trovare tracce di lei, ho visionato il documentario breve diretto da Elem Klimov dedicato in sua memoria, senza contare del progetto de L’Addio da lei scritturato e incompiuto a causa della sua morte per l’incidente d’auto avvenuto il primo giorno delle riprese, e diretto successivamente dallo stesso Elem Klimov. L’essenza de L’Addio già faceva intuire l’elevata saggezza e la sensibilità straordinaria di cui era dotata questa donna. Persino su Mubi mi è capitato di leggere qualche commento in cui viene osannata come una delle registe migliori del panorama cinematografico russo e non.
E dopo tanti sforzi e attese impazienti la mia curiosità è riuscita ad essere appagata: sono riuscito a registrare da Rai Movie il suo ultimo film L’Ascesa, che tra l’altro lo dico subito, neanche a farlo apposta, uscirà per la prima volta in dvd il 9 Febbraio in Italia di questo mese, prodotto e distribuito dalla General Vision (vedi qui). Lo comprerò. Si… perchè è del tutto inutile contenersi o prepare i lettori per affermare che il film è un’opera feroce e mistica, un vero capolavoro, certamente tra le migliori opere cinematografiche viste nei miei ventidue anni. Ho difficoltà anche a scrivere di quest’opera come mi capita spesso con qualcosa di estremamente importante, mi verrebbe di raccontarvi la trama ma non è necessario per comprendere…
Il film ha un ritmo straordinario: i titoli di testa sovrapposti nelle scene d’azione già ci catapultano immediatamente dentro le vite tese di due partigiani russi inseguiti dall’esercito nazisti, ripresi spesso con la mdp a spalla e immersi tra la neve in atmosfere claustrofobiche e agonizzanti. Il resto è dramma e strazio, la cattura dei due partigiani russi, i nazisti che li corrompono e il trascendente che inizia a maturare nel destino di Sotnikov, uno dei due partigiani, che non accetterà compromessi con la polizia tedesca e che tenterà il martirio raggiungendo lo stato di Grazia: per usare il linguaggio dello studio critico di Paul Schraider, in ogni suo primo piano, ogni sfumatura di ombre e luce sul suo volto, ogni sfumatura della sua recitazione con posa rigorosa e sublimata, vi è l’espressione e il compimento di una scissione contro la crudeltà del mondo e una stasi di fede inconfutabile e potentissima. La sequenza dell’impiccagione finale in cui il bambino sgorga lacrime guardando il sorriso mistico del partigiano prima di morire, è catarsi. E’ la prova che l’arte cinematografica può giungere alla forma assoluta e dare risposta chiara all’opprimente interrogativo sul senso della vita. Sotnikov è l’archetipo del Cristo, che continua a salvare l’uomo dal dubbio della fede.
Per il traditore partigiano materialista Ryback spetterà solo l’incubo terreno della vita senza Grazia, diverrà il Giuda del popolo russo.
L’Ascesa è un’opera che come un sussurro dei nostri più nobili antenati ci insegna ad ascoltare, ascoltare quei valori universali immutabili e eguali in ogni cultura, che si tramandano con il sentimento del ricordo della sofferenza degli umili e dei vinti che hanno lottato per la libertà e l’amore. Musiche suggestive di Alfred Schnittke, coniugate perfettamente ai fotogrammi, come in quel momento finale dove un rallenty devastante sposta lo sguardo della macchina da presa oltre la porta del recinto, per guardare verso il paesaggio innevato, il paradiso perduto.

Questa voce è stata pubblicata in video. Contrassegna il permalink.

8 risposte a (l’elevazione dello spirito in) l’ascesa di Larisa Shepitko (1977)

  1. Pandora ha detto:

    video bellissimi che fanno pensare e ti arrivano direttamente al cuore…
    …e tu parli di ascolto, come è importante l’ascolto, l’ascolto di noi stessi e l’ascolto degli altri…
    troppo poco lo facciamo e troppo poco ci rendiamo conto di quanto invece sia importante…
    imparare ad ascoltare, tutta una vita ci vuole e forse non basta solo una…

    "Mi piace"

  2. glencoe ha detto:

    ogni giorno che inizia, ogni volta che posso, metto insieme le cose che trovo e cosi’ ogni giorno ha il suo senso

    "Mi piace"

  3. Pandora ha detto:

    e ti ringrazio per questo, perché sono sempre interessanti le cose che pubblichi….cose che fanno pensare e arricchiscono dentro…Ciao

    "Mi piace"

    • glencoe ha detto:

      mi è stata proposta una riflessione sulla quiete, questo è quello che ho visto;
      la quiete che in un crescendo direi mistico e di dignità
      converge all’interno di un contesto drammatico cosi vicino al nostro presente;
      uno sguardo che ora guarda fuori e ora guarda dentro.

      "Mi piace"

  4. Pandora ha detto:

    la quiete…uno stato d’animo che parte dal suo contrasto, l’irrequietezza, il caos…
    la quiete, forse mai così disgiunta dal suo opposto…mi fa ricordare un pittore americano Scott Belcastro, che ho scoperto da poco e che nel suo percorso artistico ha incentrato la sua opera proprio su questi due aspetti della vita…le sue tavole sono affascinanti, magiche, quasi oniriche…

    "Mi piace"

  5. glencoe ha detto:

    quando non ci si può sottrarre da preservare resta la dignità e questo può fare ascendere lo spirito verso l’unica quiete finale.

    "Mi piace"

  6. Garland ha detto:

    Hmm is anyone else encountering problems with the images on this
    blog loading? I’m trying to determine if its a problem on my end or if it’s the blog.

    Any feedback would be greatly appreciated.

    "Mi piace"

  7. Sherlyn ha detto:

    I visited various web sites however the audio feature for audio songs current at this website is
    actually wonderful.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...